Non solo Instagram e Twitter: così i social network si spartiscono la mappa del mondo

mappa1

Dati, controdati. Facebook che sfiora la quota degli 1,9 miliardi di utenti, Instagram che gioca a fioretto con Snapchat, e LinkedIn? Che fa LinkedIn? Ma soprattutto: come si spartiscono lo scacchiere tutti i servizi nel mondo? L’analista Vincenzo Cosenza ha pubblicato la nuova versione della “Mappa dei social network nel mondo”: sfruttando i nuovi dati di Alexa (Amazon), ha incluso nello studio 15 nuovi paesi, operazione che gli ha permesso di addentrarsi maggiormente nel panorama africano.

I risultati dell’indagine danno Facebook come piattaforma preferita in 119 dei 149 paesi analizzati. “Eppure nell’ultimo anno l’armata di Zuckerberg ha dovuto indietreggiare in 9 territori: in 5 è stato fermato da Odnoklassniki, in 2 da Vkontakte e in altri 2 da Linkedin”, scrive Cosenza. Botswana, Mozambico, Namibia, Iran e Indonesia, prediligono Instagram (che vince 7 paesi della mappa, compreso l’Iran), mentre in alcune zone dell’Africa (come il Mali, per dirne uno) vince LinkedIn che, in generale, conquista 9 paesi. VKontakte e Odnoklassniki (gruppo Mail.ru) accrescono la loro presenza, rispettivamente, in 7 e 5 territori sovietici.

Se sotto la coltre del grande firewall cinese QZone presidia, in Giappone Twitter vince il podio. In questo caso però è da considerare “una presenza di network prevalentemente basati su dispositivi mobili, che sono di difficile rilevazione”.

Per andare dietro le quinte, l’analisi di Cosenza ha sfruttato il confronto di vari servizi di analisi del traffico, come SimilarWeb e Alexa, “che danno una stima della popolarità per nazione, in assenza di dati ufficiali granulari”. Nelle 57 nazioni per le quali l’indagine è stata possibile, la lotta serrata si gioca tra Instagram, al secondo posto in 37 paesi, e Twitter, presente in 8 paesi (320 milioni di utenti).

Sorpresa: “L’outsider di questa nuova analisi è Reddit, il forum 2.0, che ha conquistato la seconda posizione in 5 nazioni, tra cui Australia, Canada, Danimarca, Norvegia e Nuova Zelanda”. Una presenza da non sottovalutare, considerando che il Canada viene spesso utilizzato dalle aziende tech per il lancio di nuove funzioni perché molto ricettivo e affine al mercato degli Stati Uniti.

mappa2

The post Non solo Instagram e Twitter: così i social network si spartiscono la mappa del mondo appeared first on Wired.

Fonte