Milano avrà la sua prima digital week

Torri Unicredit, piazza Gae Aulenti – Milano

Una nuova settimana si aggiunge al palinsesto delle rassegne tematiche organizzate a Milano, su tutte Design week e Fashion week. È la Milano digital week. La prima edizione si svolgerà dal 15 al 18 marzo 2018 e avrà come tema l’innovazione. “Vogliamo raccontare la tecnologia come valore e alzare il livello di conoscenza”, spiega Roberta Cocco, assessore alla Trasformazione digitale del Comune di Milano. Come si snoderà questo racconto lo decideranno startup, centri di ricerca, coworking, fablab, aziende e università che risponderanno alla chiamata degli organizzatori con eventi a porte aperte. Da oggi si costruisce il palinsesto e c’è tempo fino al 31 gennaio 2018 per contribuire con la propria idea. “Ci siamo posti l’obiettivo di arrivare a cento eventi, il primo riscontro degli operatori è positivo”, commenta Cocco.

Il Comune sta lavorando al progetto da un anno. Quest’estate è stato pubblicato il bando per scegliere gli organizzatori, che sono Cariplo Factory, Iab Italia (associazione della pubblicità digitale) e la società di consulenza Hublab. “Vogliamo dimostrare l’intersezione tecnologica, a livello di cittadinanza attiva, trasformazione sociale, abitudini di consumo e studio”, spiega Carlo Mango, consigliere delegato di Cariplo Factory.

La Milano digital week sarà incardinata su temi come sicurezza informatica, educazione, intelligenza artificiale, industria 4.0, internet delle cose e mobilità innovativa. Le formule degli appuntamenti sono varie: seminari, mostre, laboratori, giornate a porte aperte nelle aziende. I contributi formeranno la mappa interattiva del digitale a Milano, una cartina per orientarsi nelle articolazioni che il settore assume in città e per conoscere attori e attività in corso. La mappa sarà in mostra a Base, le ex officine dell’Ansaldo trasformate in coworking, durante i quattro giorni della rassegna.

Carlo Mango, consigliere delegato di Cariplo Factory

La settimana del digitale dovrà fare divulgazione sulle conoscenze che occorre acquisire per affrontare le sfide future. “Uno dei pilastri del piano di trasformazione digitale della città è quello delle competenze tecnologiche. Ci sono profili di lavoro che restano inevasi perché mancano le persone formate e non ci sono corsi di studio per prepararsi al lavoro in quelle discipline”, osserva Cocco. Nei mesi scorsi Cariplo Factory ha organizzato un corso, dal titolo Talenti inauditi, per formare lavoratori a cui mancavano le competenze per affrontare le nuove sfide del mercato. I risultati dei primi dodici iscritti hanno generato “300 candidature per la prossima edizione, tanto che faremo tre percorsi”, osserva Mango. In questo primo anno di attività Cariplo Factory “ha generato 3.200 opportunità di lavoro nel digitale. Siamo in linea con i nostri obiettivi di 10mila opportunità di lavoro nell’arco di un triennio”, prosegue il manager.

Milano si affaccia all’evento a pochi giorni dalla promozione, per il quarto anno consecutivo, come città più smart d’Italia. Un titolo che ha evidenziato tanto la forza del capoluogo lombardo nella ricerca, nell’imprenditoria innovativa e nell’infrastruttura internet, quanto la debolezza sulla qualità dell’ambiente. “È un tema chiave e lavoreremo più intensamente attraverso il digitale. Grazie alla sperimentazione 5G distribuiremo sensori intelligenti in tutta la città per raccogliere dati utili”, spiega Cocco. Milano rientra nelle città scelte dal ministero dello Sviluppo economico (Mise) per sperimentare le reti di quinta generazione. Vodafone ha vinto la gara sul capoluogo lombardo e dieci giorni fa ha chiuso le pratiche con il Mise per avviare il progetto pilota. Tra un mese circa Comune e compagnia telefonica presenteranno i loro progetti in tandem sul 5G.

The post Milano avrà la sua prima digital week appeared first on Wired.

Fonte