Infiniti Q60, muscolosa extralusso

Medium-9069-InfinitiQ60

I motori tra cui scegliere per l’Infiniti Q60 sono due, entrambi a benzina: il quattro cilindri da 2.0 litri, turbo, da 211 CV e il V6 bi-turbo da tre litri di cubatura e 405 CV e di potenza 475 Nm di coppia. Dei due, il più “intelligente” — quello adatto al nostro mercato — è certamente il primo, il più “ignorante” ed esagerato, invece, è il secondo. Ovviamente abbiamo scelto di provare quest’ultimo.

La Coupé sportiva del brand di lusso della Nissan — che come meccanica parte sulla base della berlina Q50, ma stilisticamente nasce dal Concept Q80 — ha linee e un carattere ben diverso dalle sue concorrenti tedesche: Audi A5, BMW Serie 4 e Mercedes Classe C Coupé, una fascia di mercato fatta di piccoli numeri, ma di grande visibilità, utile per definire l’immagine del marchio sul mercato (dove Infiniti sta facendo a spallate per ritagliarsi il suo posto).

Medium-3831-NewInfinitiQ60-8

Spiccano prima di tutto il frontale dalla gigantesca griglia, il codino provocante e le profonde scolpiture della lamiera, che seguono il riconoscibile linguaggio stilistico della casa giapponese.

Accomodandosi nell’abitacolo si apprezza subito la seduta bassa, così come deve essere per una vera sportiva. C’è tanto lusso, ma anche molta attenzione a trasmettere un senso di hitech e cattiveria. In plancia spicca il doppio schermo per il sistema di infotainament, uno per visualizzare le informazioni, uno con touchscreen per controllare i sistemi di bordo — e in più, per non sbagliare e soddisfare le esigenze di qualsiasi automobilista, c’è anche una classica rotokey.

Medium-3833-NewInfinitiQ60-10

La dotazione di accessori elettronici è ricca, a partire dall’Around View Monitor (collaudata tecnologia Nissan che riproduce sul monitor di bordo una visuale dall’alto a 360°), passando per il cruise control adattativo che avvisa in caso di pericolo di incidente col veicolo che precede e mantiene automaticamente la distanza di sicurezza, e il sistema di frenata automatica con rilevamento dei pedoni. Ottima l’acustica dell’impianto audio Bose con 13 altoparlanti.

Medium-4511-INFINITIQ60SportCoupe

Cinque, le modalità di guida: Sport+, Sport, Standard, Eco e Snow alla quale si aggiunge la Personal in cui è possibile andare a personalizzare numerosi parametri, tra cui la risposta delle sospensioni e la reattività dello sterzo. Questo, così come le sospensioni attive, è elettronico: c’è il tradizionale piantone meccanico, ma serve solo in caso di emergenza.

infiniti

La sensazione alla guida è molto piacevole, e basta veramente un tocco sull’acceleratore per capire quanta cattiveria si potrebbe scatenare. La velocità massima dichiarata è di 250 km/h che, in autostrada, non abbiamo ovviamente potuto testare. In termini di erogazione abbiamo comunque apprezzato la notevole elasticità partendo dai regimi più bassi, senza nessun ritardo nella risposta del turbo, che non diventa mai troppo brutale. Piacevole anche lo sterzo che abbiamo provato in statale e in qualche tratto misto e, volendo giocare con i settaggi, le differenze si fanno veramente sentire e si può trovare i proprio equilibrio ideale.

I prezzi della nuova Q60 partono dai 46.900 della duemila in versione base per arrivare ai 68.900 del tremila nel suo allestimento più ricco.

The post Infiniti Q60, muscolosa extralusso appeared first on Wired.

Fonte