Game of Thrones, la storia animata di Westeros diventa animata

Ci vorrà ancora un anno, forse di più, prima che l’ottava e conclusiva stagione di Game of Thrones (grande assente anche agli ultimi Emmy) faccia il suo ritorno in televisione. E mentre si attende che la saga continui anche a livello letterario con il tanto atteso volume The Winds of Winter di George RR Martin e che Hbo decida sui futuri spin off da mandare in onda, ecco che i fan di Westeros possono consolarsi con un contenuto speciale.

Il network infatti ha commissionato al team di produzione della serie tv dei record uno speciale animato di 45 minuti che descriva la storia del continente al centro delle avventure delle Cronache del ghiaccio e del fuoco. Chi acquisterà infatti la settima stagione in formato blu ray o dvd (per ora negli Stati Uniti a quanto pare) si troverà infatti a sorpresa un bonus animato intitolato Conquest and Rebellion. Il documento visivo ripercorre la storia dei Sette regni grazie alla narrazione di Harry Lloyd, noto per il ruolo di Viserys Targaryen nelle prime stagioni di Game of Thrones.

Come si vede nell’anticipazione qui sopra, il racconto parte dalla leggendaria città di Valyria a Essos, caduta a causa di cataclismi naturali, e dalla casa Targaryen che, fuggita a Westeros, fonda Roccia del Drago. La ricostruzione si concentra in particolar modo sul famoso Aegon il Conquistatore che si fa costruire un enorme tavolo in pietra che riproduce l’intero continente, allora diviso sotto il dominio di sette potenti famiglie, alcune scomparse, altre (ad esempio Stark e Lannister) ancora oggi al centro delle vicende della serie. Con tutta probabilità la cronistoria si allungherà fino agli eventi della ribellione guidata da Robert Baratheon, mentre è stato annunciato che altri attori della serie (come Nikolaj Coster-Waldau/Jaime, Sophie Turner/Sansa, Pilou Asbæk/Euron Greyjoy, Aidan Gillen/Ditocorto e Conleth Hill/Varys) si alterneranno nel ruolo di narratori.

The post Game of Thrones, la storia animata di Westeros diventa animata appeared first on Wired.

Fonte