Eruzione rosa del vulcano in Nuova Zelanda? È solo arte

(Immagine: Filip Hodas)

Negli ultimi giorni sui social ha suscitato scalpore il video di un presunto vulcano neozelandese che avrebbe eruttato fumo di color rosa acceso. Il filmato è stato condiviso, tra gli altri, dalle pagine Facebook di Today.it e di Firenze Today, oltre che da alcuni siti noti per l’abitudine di condividere notizie virali non troppo affidabili.

Dopo le ore iniziali in cui gli utenti hanno cercato di trovare una spiegazione scientifica a questo fenomeno, ha iniziato a farsi largo l’idea che il video fosse semplicemente una bufala. Così le ipotesi su strane rocce e composizioni anomale del suolo hanno lasciato spazio all’ironia di chi sostiene che al posto dei lapilli volino i pupazzi di Hello Kitty o che si tratti del vulcano di Barbie. Eppure qualcuno ha scritto che si trattava “senza dubbio” di quarzo fuso, e altri hanno giurato persino di aver visto il vulcano in eruzione dal vivo, in Nuova Zelanda.

La soluzione del mistero? Ovviamente, il video è un fake. Come ha prontamente spiegato il sito Bufale.net dopo la segnalazione di alcuni utenti, si tratta di un’animazione grafica realizzata da un’artista di Praga (Repubblica Ceca) di nome Filip Hodas, che in rete si fa chiamare hoodass. Il riferimento alla Nuova Zelanda, invece, è stato aggiunto da chi ha voluto rendere virale il video, spacciandolo per un fenomeno reale.

Il filmato è stato pubblicato per la prima volta l’anno scorso sul profilo Instagram di Hodas, dove tra l’altro si possono vedere una serie di altri rendering tridimensionali che ritraggono scenari surreali. Ci sono ciminiere che inquinano con fumo azzurro (video), grattacieli curvi, palazzi a forma di batterie e gigantesche consolle per videogame (video), oltre a una miriade di altre opere con getti, spruzzi, esplosioni, fumi, nebbie e nuvole di gas.

(Immagine: Filip Hodas)

Alcune delle opere dell’artista sono visibili sul sito Behance, mentre altre sono in vendita online sul sito Society6. Nel caso qualcuno se ne fosse davvero innamorato, con un centinaio di euro si può portare a casa una stampa del vulcano rosa da appendere al muro.

In rete si trovano invece alcune immagini di eruzioni vulcaniche che, in opportune condizioni di illuminazione, hanno assunto davvero un colore tendente al rosa, anche se con tonalità molto meno vivaci. La fotografa parigina Camille Vivier, ad esempio, è riuscita a raccogliere uno scatto che ha ribattezzato pink volcano.

(Foto: Camille Vivier)

The post Eruzione rosa del vulcano in Nuova Zelanda? È solo arte appeared first on Wired.

Fonte