Game of Thrones negli anni è cambiata. Ma in meglio

È vero, i libri di George RR Martin, quelli che hanno dato il via alla saga de Le Cronache del ghiaccio e del fuoco e su cui si basa Game of Thrones, sono dei piccoli trattati di umanità, come sottolinea Eleonora Caruso sempre qui su Wired. Dico piccoli perché, in quanto romanzi, anch’essi hanno subìto certe dinamiche, e alcuni passaggi che sarebbero potuti essere approfonditi ulteriormente sono stati velocizzati. A leggere i primi capitoli del primo volume, Il Grande inverno, si ha una sensazione quasi palpabile di quello che sta succedendo e, cosa ancora più importante, di chi sono i protagonisti.

La parola d’ordine per Martin è sempre stata caratterizzazione. Anche perché, e non l’ha mai nascosto, il suo obiettivo è sempre stato quello di raccontare le persone con tutte le loro sfaccettature e la loro complessità. E così è stato – e in un certo senso è ancora – con Game of Thrones.

Nel corso di sette stagioni, ci sono stati presentati eroi e antieroi, nani, cavalieri, mercenari, u..

Leggi il seguito

Attacco a Barcellona, tra le vittime italiane ci sono Bruno Gulotta e Luca Russo

(Foto: Tom’s Hardware)
Sale il numero dei nostri connazionali vittime dell’attentato terroristico a Barcellona. Oltre a Bruno Gulotta, le cui generalità sono già note, le autorità spagnole comunicano che un altro italiano ha perso la vita. Per saperne di più si attende un comunicato ufficiale della Farnesina.

Dei tre italiani feriti, due sono già stati dimessi dall’ospedale.

Bruno Gulotta di Legnano (Milano) era in vacanza a Barcellona con la compagna e i due figli piccoli. La conferma del decesso a causa dell’attentato sulla Rambla è stata data dalla compagna Martina al caporedattore del sito Tom’s Hardware Andrea Ferrario, testata per cui Bruno lavorava come responsabile marketing e vendite.

Ferrario ha cercato di contattare il collega non appena saputo dell’atto terroristico e solo dopo alcune ore ha risposto la compagna Martina che ha raccontato di avere avuto solo il tempo di trascinare verso sé il figlio Alessandro di 5 anni che camminava con il papà, mentre Bruno veniva falci..

Leggi il seguito

Attacco a Barcellona, tra le vittime italiane c’è Bruno Gulotta e Luca Russo

(Foto: Tom’s Hardware)
Sale il numero dei nostri connazionali vittime dell’attentato terroristico a Barcellona. Oltre a Bruno Gulotta, le cui generalità sono già note, le autorità spagnole comunicano che un altro italiano ha perso la vita. Per saperne di più si attende un comunicato ufficiale della Farnesina.

Dei tre italiani feriti, due sono già stati dimessi dall’ospedale.

Bruno Gulotta di Legnano era in vacanza a Barcellona con la compagna e i due figli piccoli. La conferma del decesso a causa dell’attentato sulla Rambla è stata data dalla compagna Martina al caporedattore del sito Tom’s Hardware Andrea Ferrario, testata per cui Bruno lavorava come responsabile marketing e vendite.

Ferrario ha cercato di contattare il collega non appena saputo dell’atto terroristico e solo dopo alcune ore ha risposto la compagna Martina che ha raccontato di avere avuto solo il tempo di trascinare verso sé il figlio Alessandro di 5 anni che camminava con il papà, mentre Bruno veniva falcidiato dal..

Leggi il seguito

Saturno, le ultime foto della sonda Cassini

In attesa del tuffo finale della sonda Cassini nell’atmosfera di Saturno, le traiettorie intorno al Pianeta si fanno sempre più ravvicinate. Nella prima metà di agosto la sonda, in viaggio nello spazio da vent’anni e nell’orbita saturniana dal 2004, ha scattato immagini di Saturno e dei suoi anelli da nuove prospettive.

Da così vicino, nonostante la risoluzione della fotocamera sia di appena un megapixel, gli scatti di Cassini mostrano una serie di dettagli mai visti del gigante gassoso del nostro Sistema solare. In particolare il polo settentrionale, nel periodo del solstizio estivo, è stato immortalato in alcuni scatti davvero spettacolari.

Lo scorso 12 agosto, in particolare, Cassini ha stabilito un nuovo primato: non ci si era mai avvicinati così tanto alla superficie di Saturno, e di fatto la sonda è entrata nell’atmosfera e ha iniziato ad analizzarla, sorvolando il pianeta a soli 1.600-1.700 chilometri di distanza dallo strato superficiale di nubi.

Oltre che spacecraft, ora Ca..

Leggi il seguito

Barcellona, confermate due vittime italiane

(foto: Ap/LaPresse)
Caccia all’uomo. L’autista del furgone che ha investito la folla a Barcellona ha rubato un’auto, uccidendone il proprietario e ha poi forzato un posto di blocco ferendo un agente; la sua fuga è continuata a piedi. Si tratta, secondo la polizia spagnola, di Moussa Oukabir, 17enne arrivato in Spagna da una settimana, fratello di Driss. Quest’ultimo attualmente è in stato d’arresto, El País scrive che non è esatto – come riportato inizialmente da parte della stampa spagnola – che Driss Oukabir si sia presentato spontaneamente alla polizia, sostenendo che il fratello minore gli avessi rubato i documenti per noleggiare il furgone. Intanto è stata confermata la notizia sulla morte di due italiani. Una delle vittime è Bruno Gulotta, in vacanza a Barcellona con la compagna e i due figli. I feriti italiani sono tre, due dei quali già dimessi.

Le autorità spagnole confermano che gli attentati di Barcellona e quello di stanotte a Cambrils sono collegati, lasciando così intend..

Leggi il seguito

Barcellona, le foto della Rambla il giorno dopo l’attentato

La Rambla che porta da Plaça de Catalunya al porto di Barcellona e le vie adiacenti sono rimaste sorvegliate per tutta la notte dalle pattuglie di polizia, che hanno controllato e continuano anche ora a controllare gli accessi. I dintorni della Rambla al momento sono interdetti al traffico, e i proprietari di auto e moto ancora parcheggiati nella zona vengono scortati dalla polizia per poter spostare i propri mezzi al di fuori dell’aerea recintata. L’atmosfera, in generale, è ancora piuttosto tesa, dopo l’attentato terroristico di giovedì sera. Numerose pattuglie di polizia stanno controllando l’area e più in generale la città.

Cittadini e turisti stanno lasciando fiori, ceri e dediche nei pressi della fermata della metro di Liceu, dove ieri l’attentatore ha abbandonato il suo furgone bianco dopo aver travolto i passanti. A mezzogiorno si è tenuto un momento di silenzio, seguito da un applauso e da un coro che recitava in catalano le parole “Noi non abbiamo paura“.

The post Barcellon..

Leggi il seguito

Attacco a Barcellona, tra le vittime italiane c’è Bruno Gulotta

(Foto: Tom’s Hardware)
Sale il numero dei nostri connazionali vittime dell’attentato terroristico a Barcellona. Oltre a Bruno Gulotta, le cui generalità sono già note, le autorità spagnole comunicano che un altro italiano ha perso la vita. Per saperne di più si attende un comunicato ufficiale della Farnesina.

Dei tre italiani feriti, due sono già stati dimessi dall’ospedale.

Bruno Gulotta di Legnano era in vacanza a Barcellona con la compagna e i due figli piccoli. La conferma del decesso a causa dell’attentato sulla Rambla è stata data dalla compagna Martina al caporedattore del sito Tom’s Hardware Andrea Ferrario, testata per cui Bruno lavorava come responsabile marketing e vendite.

Ferrario ha cercato di contattare il collega non appena saputo dell’atto terroristico e solo dopo alcune ore ha risposto la compagna Martina che ha raccontato di avere avuto solo il tempo di trascinare verso sé il figlio Alessandro di 5 anni che camminava con il papà, mentre Bruno veniva falcidiato dal..

Leggi il seguito

Attacco a Barcellona, c’è una vittima italiana

(Foto: Tom’s Hardware)
Bruno Gulotta di Legnano era in vacanza a Barcellona con la compagna e i due figli piccoli. La conferma del decesso a causa dell’attentato sulla Rambla è stata data dalla compagna Martina al caporedattore del sito Tom’s Hardware Andrea Ferrario, testata per cui Bruno lavorava come responsabile marketing e vendite.

Ferrario ha cercato di contattare il collega non appena saputo dell’atto terroristico e solo dopo alcune ore ha risposto la compagna Martina che ha raccontato di avere avuto solo il tempo di trascinare verso sé il figlio Alessandro di 5 anni che camminava con il papà, mentre Bruno veniva falcidiato dal furgone che si è scagliato sulla folla. Il 35enne è morto davanti agli occhi della propria famiglia, rimasta illesa.

Alcuni parenti sono già in viaggio verso la città catalana per assistere la compagna Martina e i figli Alessandro di 5 anni e Aria di 7 mesi.

La Farnesina attende comunicazioni dalle autorità spagnole prima di ufficializzare la notizia m..

Leggi il seguito

What happened to Monday?, sette sorelle in un futuro distopico

Lo scorso 2 agosto la popolazione mondiale ha consumato tutte le risorse terrestri disponibili per il 2017, da quel giorno il Pianeta è sovrasfruttato dall’uomo. Stiamo consumando la Terra 1,7 volte più velocemente della capacità naturale di rigenerarsi e questo potrebbe essere il punto di non ritorno. A immaginare le conseguenze dell’irresponsabile comportamento umano ci hanno pensato gli autori di What Happened to Monday?, il film presentato in anteprima mondiale al Festival del Cinema di Locarno, che nel mondo esce su Netflix oggi, il 18 agosto, mentre da noi in Italia arriverà al cinema con il titolo Seven Sisters nel 2018.

Siamo in un futuro prossimo e la sovrappopolazione e le carestie hanno portato molti dei governi a adottare una drastica politica di controllo delle nascite: nessuno può avere più di un figlio – nonostante il nutrirsi di piante geneticamente modificate abbia portato a un’impennata di nascite plurigemellari – e i bambini in eccesso sono sequestrati dal Child All..

Leggi il seguito

Guarda la metamorfosi di una libellula

The Metamorphosis of a Dragonfly (La metamorfosi di una libellula) è un film corto che documenta il passaggio di una libellula dalla sua fase ninfale (di larva) alla fase adulta.

La trasformazione ha avuto una durata complessiva di otto ore, la riproponiamo oggi qui sopra, ed è stata realizzata da Yan Liang, scienziato cinese che dal 2016 posta sulla piattaforma Bos (Beauty of Science) video e foto che hanno per soggetto le meraviglie della natura.

Ti è piaciuto? Guarda anche Un gatto gioca con l’insetto più grande al mondo.

The post Guarda la metamorfosi di una libellula appeared first on Wired.

Leggi il seguito