Addio a Richard Hatch, l’Apollo di Battlestar Galactica

(foto: Getty Images)

Per gli appassionati di serie tv, meglio se vintage, sarà triste apprendere che Richard Hatch, protagonista negli anni ’70 di Battlestar Galactica, è scomparso in California all’età di 71 anni per malattia.

Ad annunciarlo, il figlio Paul Hatch: conosciuto per il suo ruolo di Capitan Apollo nella serie originale, Hatch era nato nel maggio del 1945 in California, a Santa Monica. Aveva cominciato la sua carriera a Est, sull’altra costa, a Broadway, sul finire degli anni ’60: il suo ruolo in Battlestar Galactica gli aveva garantito successo tra gli appassionati ma anche una nomination ai Golden Globe.

Nella carriera di Richard Hatch, altri ruoli in alcuni successi della tv statunitense (prese anche il posto di Michael Douglas in Street of San Francisco) che non hanno però oscurato il suo principale successo, Battlestar Galactica, appunto, andato in onda per la prima volta nel 1978 (in Italia arrivò come Battaglie nella Galassia).

La serie creata da Glen Larson ha lasciato sicuramente un segno sulla carriera di Richard Hatch, ma anche più in generale sulla science fiction, marcando il genere e segnando un po’ l’immaginario di chi in tv cerca una sana fiction dal mood sci-fi. Non a caso remake e reboot hanno poi cercato di rilanciarne, dopo il 2000, l’appeal. E proprio Hatch partecipò alla nuova serie del 2004, nel ruolo del rivoluzionario Tom Zarek.

The post Addio a Richard Hatch, l’Apollo di Battlestar Galactica appeared first on Wired.

Fonte